Effetto serra 2

Effetto serra:

Una parte della radiazione solare viene assorbita dalla superficie terrestre, la quale si riscalda e restituisce a sua volta parte del calore sotto forma di radiazioni infrarosse; alcuni gas naturalmente presenti nell'atmosfera, trattenendo una parte di queste radiazioni, impediscono all'energia penetrata nell'atmosfera di disperdersi nuovamente nello spazio: ciò determina l'effetto serra. Questi gas sono, principalmente, il vapore acqueo (H2O), il biossido di carbonio (CO2), il metano (CH4), l'ozono stratosferico (O3) e il monossido di carbonio (CO).

Questo processo determina un accumulo energetico sulla superficie terrestre, con conseguente aumento di temperatura. Ciò avviene fin dalle prime fasi di sviluppo della vita sul nostro pianeta, ed è un fenomeno naturale importantissimo che consente la vita sulla terra: è grazie ad esso che la temperatura del nostro pianeta si mantiene mediamente sui 15 °C.

La valenza negativa dell'effetto serra è dovuta alle attività umane che oltre ad aumentare la concentrazione di questi gas (soprattutto della CO2) nell'atmosfera, ne hanno introdotti altri, quali i clorofluorocarburi (CFC) e il protossido d'azoto (N2O).

E' risaputo che un'alterazione della composizione atmosferica dovuta a variazioni di concentrazione di gas in grado di assorbire radiazioni ad onda lunga, può portare a modificazioni anche rilevanti del clima.

L'aumento della concentrazione dei gas "serra", accresce la frazione di radiazioni solari captate dall'atmosfera, la quale di conseguenza tende a riscaldarsi sempre più; per rendere l'idea, si immagini una serra, in cui i vetri consentono l'ingresso della radiazione solare, ma non ne consentono un facile allontanamento.

Le modificazioni climatiche conseguenti a tale riscaldamento comportano (è bene ricordare che questo meccanismo è già in atto) cambiamenti in tutti i sistemi naturali, in particolare in quelli terrestri ed acquatici, in agricoltura, nelle risorse idriche, nell'ambiente marino-costiero e sicuramente minerebbero la salute umana. Non è da sottovalutare che il nostro pianeta possiede grandi capacità di tamponare variazioni dell'anidride carbonica atmosferica: attraverso i processi di fotosintesi, la vegetazione e le alghe degli oceani riescono a fissare parte della CO2 in eccesso. Gli oceani inoltre, interagiscono con l'anidride carbonica, in modo che ad un aumento della concentrazione di questo gas nell'atmosfera, ne aumentano la fissazione in carbonati insolubili che precipitano sul fondo.

Grazie a questi sistemi, soltanto la metà della CO2 emessa entra nell'atmosfera, aumentandone la concentrazione.



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Disclaimer / Privacy | Qualità / Requisiti Tecnici
Web Design & Develop by Sis s.r.l.