User

Password

Recupero Password

Path: Home » Progetti di ricerca e siti collegati » RePublic_ZEB - Refurbishment of the P...

Versione Italiana English Version

RePublic_ZEB - Refurbishment of the Public Building Stock Towards nZEB

Progetto approvato nell'ambito del Programma Intelligent Energy – Europe, 2013.
IEE/13/866/SI2.674899

 

Sito Ufficiale: http://www.republiczeb.org/

 

Documentazione di progetto: www.cti2000.it/RePublic_ZEB

 

Durata: 1 Marzo 2014 – 31 Ottobre 2016 – 32 mesi

 

Sintesi:

 

Il progetto vanta un partenariato composto da 12 rappresentanti di vari Paesi europei coordinato dal CTI.

Il progetto è focalizzato sulla formulazione di linee politiche e strategie economicamente sostenibili per realizzare una ristrutturazione degli edifici pubblici secondo il modello degli edifici ad energia quasi zero (nZEB), come previsto dalle direttive europee, in previsione del raggiungimento del target 20/20/20.

Gli obiettivi principali del progetto sono quelli di supportare i Paesi del sud-est Europa nelle attività di promozione sul mercato locale di una serie di soluzioni tecniche avanzate, che consentano di ottenere edifici di tipo nZEB dalla ristrutturazione di edifici pubblici esistenti e di realizzazione di quelle azioni necessarie a velocizzarne il processo di riqualificazione e rinnovo. In quest’ottica le aree prese in esame nell’ambito del progetto sono principalmente quelle del Mediterraneo e del sud-est Europa, in quanto caratterizzate da condizioni simili in termini di clima, prestazione energetica e disponibilità di energie rinnovabili.

 

Per riuscire a raggiungere gli obiettivi finali sarà necessario sviluppare le singole fasi, o Work Package (WP), in cui è stato suddiviso il programma di lavoro:

  • WP2 “Analysis of the public building stock and definition of reference buildings”, ripartito in quattro Task finalizzate: alla raccolta e analisi di dati relativi agli aspetti generali e ai consumi energetici totali per riscaldamento, raffrescamento e illuminazione; alla suddivisione degli edifici in classi, sulla base di specifici indicatori selezionati, tra le quali sceglierne due o tre finali per ciascun Paese; alla scelta di tipologie di edifici di riferimento, che rappresentino un esempio tipico per la rispettiva categoria di appartenenza, così da consentire, eventualmente, di effettuare ulteriori studi sia a livello locale che comunitario.
  • WP3 “Assessment of the status quo and analysis of opportunities for refurbishing public buildings towards nZEB”, ripartito in cinque Task finalizzate: all’analisi della conformità della legislazione nazionale di ciascun paese a quella comunitaria, identificando nel contempo i singoli aspetti (legislativi, economici, sociali climatici,…) che possano contribuire alla ristrutturazione degli edifici esistenti in nZEB; alla individuazione e catalogazione delle possibili barriere, geografiche, energetiche, economiche o legislative, che accomunano o separano i vari stati; allo sviluppo di una metodologia comune e armonizzata, che definisca il concetto di nZEB applicato agli edifici pubblici partendo dalla proposta della EU, secondo la quale tale edificio deve essere caratterizzato da emissioni annuali di anidride carbonica inferiori a 3Kg CO2/m2, ma pur sempre preservandone un certo grado di flessibilità, che consenta di adattarlo ai diversi Paesi Membri; alla stesura di una lista di tutte le tecnologie idonee a questo tipo di ristrutturazione, con relativi costi di investimento, installazione e mantenimento, da proporre sul mercato.
  • WP4 “Costs/benefits analysis of the “packages of measures” for the refurbishment towards nZEB”, ripartito in quattro Task finalizzate: allo sviluppo, grazie al contributo di ciascun partner, di una metodologia specifica comune e dei relativi strumenti, che sia complementare alla normativa europea in generale e alla EPBD in particolare, che dia le indicazioni anche sulle fonti di energia rinnovabile da utilizzare e sulla procedura di ottimizzazione dei costi da seguire (MEPR – Minimum Energy Performance Requirements); all’analisi dei principali parametri economici e tecnologici.
  • WP5 “Strategies and guidelines towards nZEBs”, ripartito in quattro Task finalizzate: a incoraggiare il rinnovo degli edifici pubblici mediante incontri con le autorità politiche dei singoli stati; alla stesura di linee guida che propongano le soluzioni ottimali finali selezionate e ne facilitino l’inserimento sul mercano. 
  • WP6 “Communication and dissemination”, ripartito in sette Task finalizzate alla disseminazione dei risultati finali mediante la realizzazione di un sito web, di una newsletter e di manifestazioni ed eventi nazionali ed internazionali.

 

La realizzazione delle suddette fasi prevede il coinvolgimento di costruttori, amministratori, industrie edili, associazioni di categoria nazionali, autorità politiche locali e, soprattutto, di quei legislatori che emanano le leggi nazionali sulla certificazione energetica degli edifici e sul risparmio energetico.

Successivamente, per riuscire a promuovere su larga scala gli accordi, le strategie e le tecnologie innovative da applicare in fase di ristrutturazione degli edifici dovranno essere coinvolte le ESCO e le altre società di servizi sull’efficienza energetica, le agenzie e i professionisti nella gestioni dell’energia, le autorità nazionali e locali, i costruttori, i produttori, i distributori e gli installatori, che si avvalgono di sistemi di misura e di materiali innovativi, sia per quanto riguarda l’efficienza energetica, sia per l’impiego di energie rinnovabili.

 

Partners:

 

Coordinatore: Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente (CTI), Italia

 

Partners:

Politecnico di Torino (POLITO), Italia

Black Sea Energy Research Centre (BSERC), Bulgaria

Building Research Establishment Ltd (BRE), Regno Unito

Fundacio Institut de Recerca de l'Energia de Catalunya (IREC), Catalogna

Centre for Renewable Energy Sources and Saving (CRES), Grecia

National Energy and Geology Laboratory (LNEG), Portogallo

National Institute for Research and Development in Construction, Urban Planning and Sustainable Spatial Development (URBAN-INCERC), Romania

Macedonian Center for Energy Efficiency (MACEF), Macedonia

Building and Civil Engineering Institute (ZRMK), Slovenia

Energy Institute Hrvoje Požar (EIHP), Croazia

Budapest University of Technology and Economics (BME), Ungheria

 

Documentazione di progetto e materiale informativo:

 

 

 

 

 

 



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer / Privacy | Qualità / Requisiti Tecnici