User

Password

Recupero Password

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

Bruciatori in vena d’aria a basse emissioni inquinanti per combustione ausiliaria nei sistemi di generazione di energia con turbina a gas

Pubblicazione


Autore: R.T. Waibel, S. Somers, D. Civardi

Collana: BT - 01 - Ott 96 - Ingegneria e tecnologia di combustione per il rispetto dell’ambiente

Note:
I bruciatori in vena d'aria sono spesso installati nei sistemi di cogenerazione o cicli combinati con turbine a gas, per aggiungere calore supplementare ai gas di scarico delle turbine (TEG), a monte del generatore di vapore a recupero termico (HRSG). Il gas esausto da turbina, di solito, contiene abbastanza ossigeno per sostenere la combustione e il bruciatore in vena d'aria posto nel condotto ("Duct Burner") viene progettato per utilizzare tali gas come aria comburente. Sebbene i bruciatori in vena d'aria producano emissioni di NOx relativamente basse a causa del basso contenuto di O2 nella TEG, i livelli di CO e VOC possono essere grandemente influenzati dalla composizione, temperatura, velocita` e turbolenza dei gas esausti. In alcune applicazioni, viene aggiunto vapore ai TEG per ridurre le emissioni di NOx prodotti dalla turbina o per aumentare la potenza prodotta dalla turbina stessa. Questo vapore deprime ulteriormente il livello di O2 dei TEG e puo` portare ad aumenti nelle emissioni di combustibile non bruciato da parte del bruciatore in vena d'aria. E' stato sviluppato recentemente un bruciatore in vena d'aria dalle prestazioni migliorate per ridurre in modo significativo gli effetti della iniezione del vapore nei TEG, e la loro turbolenza e velocita`, sulla emissione di incombusti. Vengono illustrati i dati per una turbina a gas che e` stata modificata utilizzando i criteri prima illustrati per migliorarne le prestazioni.


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy