User

Password

Recupero Password

Path: Home » Indice Pubblicazioni » Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI » CA - 56 - Napoli 2001 » Un modello per la valutazione degli s...

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

Un modello per la valutazione degli strains termici dovuti all'abbigliamento protettivo

Pubblicazione


Autore: F.R. d’Ambrosio, G. Riccio

Collana: CA - 56 - Napoli 2001

Note:
Il progetto di norma ISO DIS 12894 (ISO, 1999), prevede che, per preservare la salute
degli operatori esposti al caldo, non si debba avere:
- un aumento della temperatura media della pelle, Tsk, al di sopra di 37°C;
- un aumento della temperatura locale della pelle, Tsk,m, al di sopra di 43°C;
- differenze di temperatura della pelle tra zone adiacenti maggiori di 15°C. mentre la ISO 7933 (ISO, 1989) fissa il valore limite di 38°C per la temperatura del nucleo.
Recentemente è stata pubblicata la proposta di Norma Europea “ Personal Protective Equipment – Ergonomic principles – Part 4: Thermal characteristics. PrEN 13921-4” (CEN, 2000), il cui scopo è essenzialmente quello di standardizzare “i principi ergonomici applicabili alla progettazione di DPI" e in particolare le procedure da adottare per la valutazione dell’adeguatezza di un DPI dal punto di vista degli strains termici che questo potrebbe indurre su chi lo indossa. La bozza di norma prevede tra l’altro
che la progettazione ergonomica del DPI passi attraverso una serie di fasi che prevedono 4 livelli di prove: quelle su tessuto, su manichino termico, su persone in laboratorio e su persone in campo.
Il gruppo di ricerca “Ambienti Termici” dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in collaborazione con il Laboratoire de Physiologie et de Psychologie Environnementales di Strasbourg (F), ha elaborato un modello di termoregolazione del corpo umano, il THERMO-DE (THERmoregulation MOdel for Disuniform Environments), che può essere utilizzato anche per la valutazione degli strains indotti dall’abbigliamento protettivo e che sarà a breve testato sperimentalmente nel corso di una ricerca in collaborazione con il Dipartimento di Medicina del Lavoro dell’ISPESL, che inizierà nei prossimi mesi.


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy