User

Password

Recupero Password

Path: Home » Indice Pubblicazioni » Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI » CA - 55 - Bari Matera 2000 » Confronto tra tecnologie per la produ...

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

Confronto tra tecnologie per la produzione del calore in relazione al costo energetico dei materiali. Proposta di una metodologia e prime valutazioni

Pubblicazione


Autore: G. Cammarata, L. Marletta

Collana: CA - 55 - Bari Matera 2000

Note:
In questa nota si mettono a confronto diverse tecnologie per la produzione del calore a bassa entalpia e se ne studia la relazione dal punto di vista del costo energetico dei materiali. Accade infatti che di due tecnologie antagoniste (per es. caldaie e pompe di calore, oppure caldaie e resistori elettrici), quella di maggiore efficienza energetica è anche quella di maggiore complessità. Ciò comporta il ricorso ad un uso più esteso di materiali e a più complessi processi di lavorazione, che si traduce in un maggiore onere in termini di costi energetici di produzione. Si richiede a questo punto di conoscere se l’impianto energeticamente più efficiente, ma anche energeticamente più costoso, riuscirà, nell’arco della sua vita tecnica, a risparmiare (rispetto ad una tecnologia più modesta) almeno tanta energia quanta ne occorre per ricostruirlo.

Qui le tecnologie poste a confronto sono: pannelli elettrici, caldaie, pompe di calore e impianti solari. Per ciascuna di queste, sulla base dei dati forniti dai costruttori, è stato fatto il censimento dei materiali impiegati e valutata la composizione in peso (in kg/kW istallato). Si è quindi rintracciato in Letteratura il costo energetico delle materie prime (in kJ/kg), mentre il costo energetico dei processi di lavorazione è stato stimato sulla base di plausibili assunzioni. La somma di questi due contributi ha fornito il costo energetico complessivo di costruzione per le suddette categorie di macchine (in kJ/kW istallato).

Confrontando infine quest’ultimo dato con il risparmio energetico conseguibile adottando per esempio una pompa di calore piuttosto che una caldaia (o una pompa di calore piuttosto che un pannello elettrico) si è determinato il tempo di ritorno dell’energia spesa in più per la sua costruzione, o che è lo stesso, il periodo

minimo di utilizzo (in ore di funzionamento).

I risultati trovati, confrontando queste tecnologie a due a due, autorizza a rimuovere il dubbio, talora sollevato, che l’uso di tecnologie energeticamente più efficienti abbia come contropartita costi energetici di costruzione tanto più elevati da inficiare i vantaggi della migliore efficienza.

(10 pagine)


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy