User

Password

Recupero Password

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

REVAMPING ALLO STATO DELL’ARTE PER L’IMPIANTO DI COMBUSTIONE IN UN FORNO INTERMEDIO PER LAMINAZIONE DI TUBI SENZA SALDATURA

Pubblicazione

Data: 04-2009

Autore: A.Corrà,Tenaris-Dalmine - A. Mattarini, Eurisca - G. Pandini, Tenaris-Dalmine

Collana: BT - 44 - Apr 09 - Processi di combustione: Tecnologie innovative per la compatibilità ambientale

Note:
Tenaris è leader a livello mondiale per la produzione di tubi senza saldatura per applicazioni speciali, la produzione è distribuita su un gran numero di siti produttivi nel mondo (Italia, USA, Argentina, Messico, Romania…). In Italia presso Dalmine è insediato lo storico stabilimento che costituisce il più importante sito produttivo nazionale del gruppo, le aree che circondano l’insediamento sono densamente popolate e quindi è più che mai sentita la necessita di ridurre ogni tipo di impatto. Pertanto ogni intervento da eseguire sugli impianti esistenti non può non contemplare tra i suoi obiettivi quello della riduzione assoluta delle emissioni. Con questi presupposti nella scorsa primavera è stato affrontato il tema di quale tecnologia potesse essere utilizzata per ottenere un miglioramento della situazione emissioni prodotte dagli impianti esistenti, anche nell’ottica della trasferibilità su altri impianti del gruppo. L’attenzione è stata focalizzata su di una tipologia di impianto presente in diversi esemplari sia in Dalmine che negli altri stabilimenti, il forno da riscaldo intermedio o trattamento a longheroni. La morfologia di questa tipologia di forni prevede l’uso di un grosso numero di bruciatori di potenza bassa, questo rende complicato ed oneroso l’utilizzo di sistemi di economizzazione del combustibile centralizzati di tipo tradizionale. La soluzione ideale individuata è stata il passaggio ad un recupero di calore distribuito, per mezzo di bruciatori autorecuperativi ad altissimo rendimento. Questo intervento ha permesso una forte riduzione di emissioni di CO2 per unità di massa di prodotto. Per non disperdere il beneficio prodotto in termini di riduzione di CO2 con un aumento delle emissioni percentuali di NOx, i bruciatori installati sfruttano una tecnologia avanzata denominata “flameless”, che permette un contenimento molto spinto in termini di generazione di ossidi di azoto, dovuti all’innalzamento della temperatura dell’aria di combustione. Il risultato finale è stato perciò non solo, una riduzione significativa neivalori percentuali delle emissioni di NOx, ma una ancor più marcata diminuzione dei valori assoluti grazie all’azione combinata con la diminuzione dei volumi di fumi emessi.


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy