User

Password

Recupero Password

Path: Home » Indice Pubblicazioni » Rivista La Termotecnica - Accesso riservato soci CTI » 1999, numero 09 » Sviluppo di cicli combinati ad elevat...

Rivista La Termotecnica - Accesso riservato soci CTI

Sviluppo di cicli combinati ad elevata efficienza

Pubblicazione


Autore: R. Svoboda

Collana: 1999, numero 09

Note:
L'articolo presenta un progetto di impianto a ciclo combinato dove il ciclo a vapore è basato sull'accoppiamento di una caldaia a corpo cilindrico a bassa pressione con una caldaia ad attraversamento forzato ad alta pressione e il relativo ciclo acqua-vapore. La chimica del ciclo adottata è del tipo Avt (riducente, volatile) nella caldaia di bassa pressione e Cwt (ossidante) in quella di alta pressione. L'eliminazione delle impurezze dal ciclo viene conseguita attraverso lo spurgo del separatore d'acqua nella caldaia ad alta pressione, concetto che utilizza una soluzione più semplice, con un aumento nell'affidabilità dell'impianto e minori costi d'investimento e operativi di manutenzione.Le peculiari caratteristiche del ciclo acqua-vapore degli impianti a ciclo combinato, confrontate con quelle degli impianti convenzionali, mettono in risalto delle condizioni chimiche specifiche che portano a riesaminare i concetti chimici tradizionali e indicano soluzioni innovative applicabili ai cicli combinati. Rispetto alle installazioni convenzionali, queste condizioni permettono di applicare soluzioni tecnologicamente più semplici, con conseguenti benefici dovuti ad esempio a minori oneri per la pulizia del ciclo nel primo avviamento, a ridotto uso di prodotti chimici, alla non necessità di un serbatoio per l'acqua di alimento, di un degasatore e di un impianto per la purificazione del condensato in ciclo (per le caldaie ad attraversamento forzato). Si può quindi ottenere un impianto più semplice e affidabile.


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy