User

Password

Recupero Password

Path: Home » Indice Pubblicazioni » Rivista La Termotecnica - Accesso riservato soci CTI » 1989, numero 11 » Impianti di incenerimento dei rifiuti...

Rivista La Termotecnica - Accesso riservato soci CTI

Impianti di incenerimento dei rifiuti ospedalieri. Caratteristiche del mercato e soluzioni impiantistiche.

Pubblicazione


Autore: M. Ferrarese

Collana: 1989, numero 11

Note:
Documento non disponibilie. L'avvio alla costruzione di impianti di incenerimento dei rifiuti ospedalieri e` dato all'industria italiana dalla legge 366/41 che imponeva la termodistruzione di detti rifiuti all'interno dell'ente di cura. Per il perfezionamento negli anni della tecnica costruttiva sono ora a disposizione dell'utente impianti perfettamente funzionanti con emissioni entro i limiti imposti dalla vigente legislazione. Il mercato degli inceneritori in generale ed in particolare quello per rifiuti ospedalieri e` stato bloccato dal disastro ecologico di Seveso poiche' il deterrente "diossina", sviluppabile in una imperfetta combustione, ha terrorizzato la pubblica opinione. A dieci anni da "Seveso" il mercato sta lentamente riprendendosi anche in funzione della legge 915/82 che da' la patente di legittimita' allo smaltimento dei rifiuti anche attraverso l'incenerimento. L'industria italiana, oggi all'avanguardia in Europa per la qualita' degli impianti costruiti e delle soluzioni tecniche adottate, ha creato valide correnti di esportazione dei propri prodotti con la cessione, in alcuni casi, del know how a case straniere. Ad ogni modo l'orientamento odierno, in materia di smaltimento dei rifiuti ospedalieri, e` quello di evitare l'installazione in ogni singolo ospedale di piccoli impianti disponendo invece il convogliamento dei rifiuti provenienti dai singoli istituti di cura in una piattaforma di smaltimento dotata di adeguato impianto.




Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy