User

Password

Recupero Password

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

Il recepimento della direttiva UE 2000/76/CE sull'incenerimento dei rifiuti in Italia: quali prospettive

Pubblicazione


Autore: G.F. Saetti

Collana: BT - 21 - Giu 03 - Utilizzazione termica dei rifiuti

Note:
E’ ormai prossimo il recepimento anche nel nostro Paese della Direttiva 2000/76/CE sull’incenerimento dei rifiuti. Ci si appresta ad avere un nuovo testo che regolamenterà i valori di emissione, le norme tecniche riguardanti le caratteristiche e le condizioni di esercizio/gestione degli impianti di incenerimento (li chiameremo ancora termovalorizzatori?), e di conduzione delle misurazioni, nonché il “riassetto” delle terminologie applicate. Sarà comunque molto importante poter discernere tra nuovi e vecchi impianti, tra quelli autorizzati e in costruzione, e quelli ancora sotto procedura ; sarà necessario vedere i rapporti con le BAT ed i BREF comunitari per la IPPC (e in che rapporto con la VIA e la VAS?), nonché in quali rapporti con la Dir.va UE 2001/77 “Promozione E.E. da biomasse”, con il DM sui rifiuti sanitari, con il D. Lgs. 152/99 e con le abrogazioni del DM 503/97 e 124/00. Occorrerebbe poi che si dessero parametri ed indicazioni, anche di carattere economico e fiscale, circa il “decommissioning” degli impianti a fine vita: come per le discariche si pensò (Capra, Magagni, Peroni nel lontano 1994) al “post mortem”, anche con gli impianti a tecnologia complessa sarebbe significativo poter allocare risorse generate durante la fase “attiva” per sostenere i successivi costi di demolizione, recupero dei materiali e delle aree da bonificare, senza oneri fiscali immediati.


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy