User

Password

Recupero Password

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

La combustione dei rifiuti: stato attuale e prospettive. Il caso dei rifiuti speciali

Pubblicazione


Autore: C. Pasini

Collana: BT - 21 - Giu 03 - Utilizzazione termica dei rifiuti

Note:
Si spiega la situazione del settore dei rifiuti speciali e le problematiche degli operatori. Alle difficoltà relative all’accettazione degli impianti sul territorio, di cui si è parlato anche in precedenza, si aggiungono infatti le problematiche di autorizzazione degli impianti e di reperimento dei fondi per l’investimento, oltre al problema della concorrenza, in un settore, come quello dei rifiuti speciali, che opera in condizioni di libero mercato.

Mentre per il settore dei rifiuti urbani appare evidente a tutti (anche a chi non è del settore) che il problema principale è la carenza di impianti, al contrario, per i rifiuti speciali, la sensazione è invece che manchino i rifiuti(!). La frase deve essere ovviamente spiegata in quanto in realtà di rifiuti ve ne sono parecchi. Per chiarire meglio questa nostra sensazione vi presenterò quindi ora i risultati di un’analisi che Fise-Assoambiente conduce ogni quattro anni sui dati dei MUD (dichiarazioni che, come sapete, tutti quanti producono o smaltiscono rifiuti sono tenuti a fare), dati che vengono opportunamente elaborati per evitare errori e duplicazioni. Si tratta di dati anche approssimati, ma in relazione ai quali può essere comunque importante individuare l’ordine di grandezza ed il trend di crescita rilevabile da un anno all’altro, fattori che ci permettono di capire diversi aspetti di questo settore.


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy