User

Password

Recupero Password

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

Tecnologia FT-IR negli impianti di termodistruzione per il controllo di processo e monitoraggio dei dei precursori delle diossine. Analisi chemiometrica dei dati

Pubblicazione


Autore: R. Bravi

Collana: BT - 21 - Giu 03 - Utilizzazione termica dei rifiuti

Note:
La spettroscopia nell’infrarosso basata sulla trasformata di Fourier è una delle tecniche più duttili e universali per l’analisi sia qualitativa che quantitativa , e trova perciò una vasta applicazione nel monitoraggio ambientale degli inquinanti gassosi. Infatti l’uscita della spettroscopia dai laboratori di ricerca per entrare in strumentazioni di processo e dedicate a misure in campo ha permesso lo sviluppo di particolari configurazioni strumentali. La tecnica FTIR e le sue basi teoriche sono state già diffusamente discusse e quindi nel presente lavoro si farà solo un rapido accenno alle componenti essenziali di uno spettrometro IR, in modo da poter discutere le varie soluzioni proposte. In particolare si farà riferimento ad uno spettometro FTIR (proposto dalla General Impianti srl) avente peculiari configurazioni. Si tratterà in particolare del GIGAS CS (Cross-Stack in situ per il controllo di processo) e del GIGAS 80 (per l’analisi dei precursori delle diossine).
Le due principali tecnologie sulle quali si basano le strumentazioni per l’analisi gas, usando il principio di misura ottico, sono quelle per l’analisi nel medio e lontano IR.La prima basata sui tradizionali sistemi di dispersione e selezione delle lunghezze d’onda e la seconda rappresentata sulla spettroscopia IR basata sulla trasformata di Fourier.


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy