User

Password

Recupero Password

Convegni ATI - Accesso riservato soci CTI

Analisi delle iniziative per la produzione di energia elettrica da biomasse agro-industriali in Italia

Pubblicazione


Autore: M. Alberti, G. Riva, V. Scrosta, G. Toscano, G. Botta, V. Brignoli

Collana: BT - 21 - Giu 03 - Utilizzazione termica dei rifiuti

Note:
La relazione evidenzia come il settore della produzione di energia elettrica da biomasse di origine vegetale e animale (farine e grassi) sia alquanto giovane in fase di piena evoluzione. Di fatto, dopo una certa diffusione negli anni 80 di impianti di cogenerazione industriali sorti ove erano disponibili dei residui agro-alimentari si è passati, grazie alle facilitazioni introdotte prima dal Provvedimento CIP 6 e dalla normativa dei certificati verdi poi, a un parco di centrali dedicate che oggi supera, includendo le unità in fase di avvio, i 250 MWe. Se nella definizione di biomasse si includono i RSU e il CDR, la potenza installata sale a circa 600 MWe in cifra tonda. Nel complesso, sono stati individuati 27 impianti per una potenza complessiva di circa 257 MWe e 19 di questi per una potenza totale di circa 218 MWe - sono stati oggetto di analisi. In termini energetici, si stima che nel corso del 2004 la produzione annua dovrebbe salire a circa 1.600 GWhe contro i circa 1.100 GWhe prodotti con RSU e 600 GWhe prodotti con CDR (quindi complessivamente circa 3,3 TWhe).


Per scaricare il Documento devi essere loggato!



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy