User

Password

Recupero Password

Path: Home » News » Scelti per voi: tutti in classe!

Scelti per voi: tutti in classe!

CLASSE ENERGETICA DEGLI EDIFICI: MEGLIO LA C O LA A?
Uno studio Eurisko rivela la grande attenzione che gli italiani hanno sulla certificazione energetica e in generale sui prodotti “green”, ma mette in luce anche le grandi lacune informative in materia.
Vi proponiamo parte dell’articolo dell’Adnkronos che riporta questi risultati
«Roma, 18 nov.  Prodotti green? “Sì, grazie”. E così l’ecomania si diffonde anche nel bel paese. Gli italiani, infatti, strizzano l’occhio ai prodotti ecoattenti. In particolare, secondo una ricerca Eurisko, per l’84% del campione non si tratta di una moda passeggera, ma del futuro prossimo dove la prote­zione dell’ambiente e la responsabilità sociale assu­meranno un ruolo strategico come chiave di sviluppo economico.
I consumatori sono, infatti, pronti a pre­miare le aziende che sposano la ‘green philosophy’ e a punire (74% del campione) quelle che si comportano in modo irresponsabile verso l’ambiente, smettendo di acquistare i loro prodotti. Scendono in campo così i buoni propositi e ancora una volta l’industria recita la parte del ‘nemico’.
Ma gli italiani forse ancora non sanno che ad impattare maggiormente sull’ambiente sono proprio i consumi domestici. Nella catena del valore, infatti, secondo uno studio che Unilever, società globale di beni di largo consumo, ha elaborato per redigere il proprio ‘Sustainable living plan’, il 25 per cento dell’impatto ambientale proviene dalle materie prime, solo il 3 per centro dalla produzione-trasformazione, il 2 per cento dal trasporto mentre il consumo in casa pesa per ben il 69 per cento.
[…]
Secondo la ricerca, l’innovazione tecnologica, spesso indicata come la strada maestra per ridurre l’impatto ambientale, da sola non può vincere la sfida della sostenibilità: occorre una profonda trasformazione degli stili di vita, dei modelli di consumo e di business.
[…]
Il mondo ‘green’ dunque è ancora foriero di molte incertezze e ignoranze. Secondo lo studio Eurisko, appena la metà del campione conosce ‘solo vagamente’ la classificazione energetica, malgrado gli incentivi statali e le campagne di pubblicità progresso in tal senso. Un italiano su tre ancora confonde la classe energetica A con quella C, immaginando che la prima sia meno efficiente. E non solo, gli italiani pensano, erroneamente, che sia l’Unione Europea (68%) o lo Stato italiano (54%) a garantire la responsabilità ambientale da parte delle aziende. Per questo i consumatori, chiedono maggior chiarezza e informazione (82%) e desiderano impegno da parte delle istituzioni e degli stessi produttori.
Un ruolo importante viene richiesto alla comunicazione, che deve essere regolata per evitare che nel gran ‘calderone verde’ si possano nascondere troppe comunicazioni false, non sostanziate o fuorvianti riguardo ai presunti benefici dei prodotti dal punto di vista ambientale. In sintesi, una comunicazione efficace che punti a far capire il vantaggio sia economico che ambientale del prodotto. […]»



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy