User

Password

Recupero Password

Path: Home » News » Scelti per voi: BIOMASSE ed EURO

Scelti per voi: BIOMASSE ed EURO

BIOMASSE PER 240 MILIARDI DI EURO

L’Apcom ha dedicato un servizio, pubblicato il 2 luglio, alle conclusioni del rapporto che il World Economic Forum ha dedicato al futuro energetico. Secondo tale rapporto, in particolare, il settore delle biomasse varrà complessivamente 240 miliardi di euro entro il 2030.
Riportiamo parte del lancio dell’Apcom: “L'industria della bio-raffinazione può svolgere un ruolo chiave nella mitigazione dei cambiamenti climatici e nella creazione di un sistema energetico più sostenibile. Lo sostiene un rapporto messo a punto dal WEF (World Economic Forum, organizzazione indipendente internazionale di elevato profilo, senza fini di lucro, promossa dal Governo Svizzero fin dal 1971), nel quale si rileva che le nuove tecnologie che si stanno mettendo a punto per le biomasse si presentano particolarmente promettenti anche ai fini dello sviluppo economico e della creazione di nuova occupazione. Secondo il rapporto il settore potrebbe creare un gettito potenziale di circa 240 miliardi di euro entro il 2030 nei vari comparti di interesse (agricoltura, produzione e commercio di biomasse, biocombustibili, bioplastiche, produzione di elettricità e calore)”. La relazione prosegue affermando “il ruolo cruciale di transizione che lo sviluppo e la diffusione di nuove materie prime a base vegetale possono offrire al superamento di un'economia energetica fondata sulle fonti fossili e al conseguente abbattimento di emissioni di anidride carbonica. Nessuna azienda o governo - avverte però questo studio - può guidare da solo questa transizione che necessita di una stretta collaborazione tra settore pubblico e privato imperniata sull'accettazione dell'innovazione come criterio-guida. In particolare, spetta ai governi offrire sostegno nella fase pre-competitiva per la creazione delle condizioni atte allo sviluppo di un nuovo mercato, mentre spetta ai capitali privati guidare il corso dell'innovazione”.



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy