User

Password

Recupero Password

Path: Home » News » Scelti per voi: Partito il nuovo grup...

Scelti per voi: Partito il nuovo gruppo di lavoro del CTI

URGENTE UN SISTEMA COMUNE DI MISURA PER QUANTIFICARE I TAGLI DI CO2.

Partito il gruppo di lavoro del Comitato Termotecnico Italiano per definire gli indici di sostenibilità dell’uso delle biomasse solide a fini energetici.

E' nato, al termine di un affollato incontro che si è svolto all’Hotel Bristol di Milano martedì 18 maggio, il gruppo di lavoro “Criteri di sostenibilità della biomassa solida per applicazioni energetiche” del Comitato Termotecnico Italiano.
L’obiettivo, come ha spiegato  il Direttore del CTI prof. Giovanni Riva, è quello di definire una norma comune e condivisa che consenta di calcolare in maniera precisa la sostenibilità nei termini di CO2 evitata.
I residui delle coltivazioni, i tronchi, i rami e le foglie dei boschi, la segatura, i rifiuti solidi urbani e le biomasse in genere possono essere trasformati in energia riducendo considerevolmente la dispersione nell’ambiente di gas serra. Oggi, tuttavia, manca un sistema di calcolo uniforme per valutare il risparmio di CO2 ottenuto.
Daniele Duca, dell’Università Politecnica delle Marche, ha infatti fornito nel corso dell'incontro un quadro riassuntivo dell'attività normativa in corso in sede europea (Cen) e mondiale (Iso) per arrivare a stabilire dei sistemi di calcolo comuni. Sono state presentate anche alcune formule, con i relativi punti di forza e di debolezza. In particolare, Duca ha illustrato il report dalla Commissione Europea COM(2010)11 presentato lo scorso febbraio.
Da questo rapporto è possibile dedurre ad esempio che per generare un Mega Joule di energia utilizzando cippato di legno da residui di una foresta europea si produce complessivamente un solo grammo di CO2, mentre per ottenere la stessa quantità di energia termica se ne diffondono 87 grammi.
Nel corso del Convegno è emersa allora con chiarezza l'esigenza di ottenere delle tabelle analoghe condivise da tutti che si riferiscano, come ha spiegato Riva, a filiere di interesse nazionale, ossia a biomasse  utilizzabili commercialmente in Italia. Un sistema comune di calcolo stimolerebbe l'utilizzo delle biomasse, permettendo  al legislatore di approntare strumenti utili per il raggiungimento degli obiettivi di Kyoto, anche con il sistema degli incentivi. Il pericolo, è stato  sottolineato, è che le normative regionali differiscano, e che i criteri di valutazione  sulla CO2 evitata siano diversi da territorio a territorio.
Il Gruppo di lavoro del CTI si propone quindi di sviluppare su basi consensuali una specifica tecnica semplice e di facile utilizzo che diventi davvero “un punto di riferimento per le Amministrazioni o i privati che intendano prendere in considerazione la sostenibilità ambientale delle filiere che utilizzando biomasse producono energia termica e/o elettrica”.
L'obiettivo è quello di proporre queste specifiche entro la fine dell'anno. Il gruppo di lavoro è presieduto dal referente interno CTI Antonio Panvini coadiuvato da Daniele Duca. Già diversi partecipanti all'incontro - tecnici, professionisti e ricercatori universitari - hanno dato la loro disponibilità per partecipare alle attività del nuovo Gruppo di Lavoro.



Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy