User

Password

Recupero Password

CT 283 - Energia dai rifiuti

Coordinatore CT: Dott. Ciceri Giovanni - Project Leader: Merlini Mattia - Project Assistant: N.D. - Maggiori Informazioni

In questa sezione è riportata tutta la documentazione del Gruppo Consultivo o della Commissione Tecnica, suddivisa tra attività nazionale svolta direttamente e attività CEN e/o ISO svolta dalla CT in qualittà di Mirror Committee.

CT 283 - Energia da rifiuti

Norme vigenti

Chiudi Tutti

Codice progetto

Codice Norma

Titolo

Sommario

Pubblicazione UNI

Espandi

E02098061

UNI 9903-1:2004

Combustibili solidi non minerali ricavati da rifiuti (RDF) - Classificazione e specifiche tecniche

La presente norma stabilisce la classificazione, le caratteristiche chimico-fisiche e le prescrizioni generali per il trasporto dei combustibili solidi ricavati da rifiuti, indicati convenzionalmente come RDF (refuse derived fuels).

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

E02098062

UNI 9903-2:2004

Combustibili solidi non minerali ricavati da rifiuti (RDF) - Termini e definizioni

La presente norma fornisce le definizioni di carattere generale per quanto riguarda i termini pi¨ comuni in uso nella normativa tecnica relativa ai combustibili solidi non minerali ricavati da rifiuti.

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

E0209E050

CTI 10:2012

CTI 10:2012 Linee Guida - Caratterizzazione dei rifiuti e dei CSS in termini di contenuto di biomassa ed energetico

Queste Linee Guida, in applicazione ed in accordo al quadro regolatorio concernente l’incentivazione e il supporto alla generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili, subordinate gerarchicamente alla Procedura e ai Decreti, specificano:
- le modalità di identificazione e descrizione dei combustibili (in particolare all’atto della presentazione di domanda di qualifica) con particolare riferimento alla loro classificazione in combustibili parzialmente o totalmente biodegradabili, da intendersi utile al solo fine di ottenere l’incentivazione per la quota parte di energia elettrica prodotta da combustibile biodegradabile;
- i metodi di campionamento e di riduzione del campione per i diversi combustibili al fine di costituire un campione di laboratorio;
- i metodi per la determinazione della frazione biodegradabile e delle caratteristiche energetiche dei combustibili, nonché le modalità di raccolta e gestione dei dati necessari alla predisposizione del bilancio energetico dell’impianto per la valutazione dell’energia elettrica netta prodotta dall’impianto imputabile a fonte biodegradabile.
Le linee guida si applicano agli impianti termoelettrici ed agli impianti ibridi a biomasse così come definiti nella Procedura IAFR del GSE.
Non si applicano invece a tutti gli altri impianti qualificabili come impianti alimentati a fonti rinnovabili (es idroelettrici, eolici, ecc).

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

E0209B460

UNI/TS 11461:2012

Impianti di co-combustione, incenerimento e co-incenerimento - Determinazione della frazione di energia rinnovabile prodotta dall’impianto mediante la misura del 14C

La specifica tecnica descrive le metodologie per il calcolo dell'energia biodegradabile dei vettori di energia con cui si alimentano impianti di co-combustione, incenerimento e co-incenerimento

Sì 01/10/2012

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

E0209C071

CTI 08:2012

CTI 08:2012 Raccomandazione - Combustibili solidi secondari (CSS) – Classificazione dei CSS e specifiche dei CSS ottenuti dal trattamento meccanico dei rifiuti non pericolosi

La presente raccomandazione stabilisce le specifiche per i CSS ottenuti dal trattamento meccanico dei rifiuti non pericolosi e classificati in conformità alla UNI EN 15359.

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

AC

UNI 9903-5:1992/AC:2010

UNI 9903-5:1992/AC:2010

-

Sì 01/01/1970

Espandi

E0209E040

CTI 11:2012

CTI 11:2012 Linee Guida - Linee guida per l’applicazione delle UNI EN 15359 e UNI EN 15358, in relazione alla Raccomandazione CTI 8 sui combustibili solidi secondari

Le presenti Linee Guida, in accordo al quadro normativo europeo riguardante i Solid Recovered Fuels (SRF) o Combustibili Solidi Secondari (CSS) e alla Raccomandazione CTI 8 sulla classificazione dei CSS e sulle specifiche dei CSS ottenuti dal trattamento meccanico dei rifiuti non pericolosi, definiscono:
- le procedure di campionamento dei CSS in conformità con la UNI EN 15442 (metodi di campionamento) e la UNI EN 15443 (preparazione del campione);
- le modalità di campionamento per tipologia di impianto;
- il calcolo dei valori delle mediane dei parametri ai fini della classificazione e specificazione dei CSS in conformità con la UNI EN 15359;
- il sistema di gestione per la qualità dei CSS ed i requisiti per la sua applicazione in conformità con la UNI EN 15358;
- un esempio di manuale di qualità e relativo modello di applicazione, nella produzione e commercializzazione dei CSS dalla raccolta fino alla consegna, in conformità con la UNI EN 15358.

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

E0209E400

UNI/TS 11553:2014

Combustibili solidi secondari - Specifiche dei CSS ottenuti dal trattamento meccanico dei rifiuti non pericolosi

-

Sì 11/09/2014

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

E0209E530

UNI TS 11597:2015

Caratterizzazione dei rifiuti e dei CSS in termini di contenuto di biomassa ed energetico

-

Sì 04/12/2015

Esegui il login per scaricare i documenti

Espandi

E0209E660

UNI/TR 11581:2015

Combustibili solidi secondari - Linee guida applicative delle norme UNI EN 15359 e UNI EN 15358

Il presente rapporto tecnico fornisce indicazioni riguardanti l’applicazione della UNI EN 15359 relativa alle procedure e alle modalità di campionamento dei combustibili solidi secondari (CSS) e della UNI EN 15358 riguardante il sistema di gestione per la qualità per la produzione e la commercializzazione dei CSS.

Sì 16/04/2015

Esegui il login per scaricare i documenti



Norme ritirate

Codice progetto

Codice Norma

Titolo

Sommario

Pubblicazione UNI

E02098063

UNI 9903-3:2004

Combustibili solidi non minerali ricavati da rifiuti (RDF) - Campionamento e riduzione del campione

La presente norma descrive le procedure per la generazione di un campione di RDF ai fini della caratterizzazione di un lotto di produzione, nonchÚ per la divisione di questo campione di massa in campioni di laboratorio per lÆanalisi.

Non prevista

Esegui il login per scaricare i documenti





Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy