User

Password

Recupero Password

Path: Home » Legislazione » Parere del Comitato delle regioni &la...

Cti2000.it

Parere del Comitato delle regioni «Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sugli orientamenti per le infrastrutture energetiche transeuropee che abroga la decisione n. 1364/2006/CE»

Legge/Decreto

Pubblicazione: 13/09/2012

Emanato il: 19/07/2012

Note:
Il Comitato delle Regioni:
osserva che, mentre nella gamma di tensione bassa e media occorre creare i presupposti infrastrutturali per un gran numero di nuovi produttori decentrati, in quella di tensione alta ed altissima la sfida consiste nel portare, in modo economico ed efficiente, l'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili in impianti offshore e onshore alle regioni con il maggiore fabbisogno energetico;
sottolinea la necessità che la Commissione invii un segnale politico inequivocabile agli Stati membri, alle imprese, al settore bancario e ai partner di tutto il mondo: il processo intrapreso per accrescere la quota di energia da fonti rinnovabili nel mix energetico del futuro è irreversibile, ed apre delle opportunità anche e soprattutto agli investitori privati;
sottolinea che, per raggiungere gli obiettivi della strategia Europa 2020, bisognerebbe promuovere con maggior decisione lo sviluppo di reti intelligenti a livello locale e regionale, come già chiesto dal CdR in alcuni altri pareri (CdR 160/2008 fin, CdR 8/2009 fin, CdR 244/2010 fin, CdR 312/2010 fin, CdR 7/2011 fin e CdR 104/2011 fin). Le tariffe per l'utente finale devono essere fissate in base alla produzione e alla domanda nel quadro di una gestione computerizzata del carico, in modo da incentivare il risparmio energetico e armonizzare meglio tra loro produzione e consumo decentrati di energia;
chiede di verificare se non sia più opportuno che la Commissione elabori un progetto di orientamenti meno dettagliati all'indirizzo dei decisori nazionali: uno strumento più «morbido», che lascerebbe agli Stati membri il margine decisionale più ampio possibile nell'integrazione concreta delle strutture già esistenti, facilitando e privilegiando così le interconnessioni qualora lo Stato abbia le risorse per aumentare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Ciò riguarda le autorità degli Stati membri, federali ma non solo, competenti in materia di assetto del territorio, pianificazione e rilascio delle autorizzazioni, nonché i gruppi regionali già esistenti di cui al terzo pacchetto «mercato interno». In linea di principio, si dovrebbe ricorrere in via prioritaria alle istituzioni che operano già con successo anziché creare nuove strutture.




Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50
P.IVA 11494010157

Social CTI

Seguici!

Twitter LinkedIn

Disclaimer - Privacy